Fluiten: Tenute meccaniche petrolchimiche, conformità normativa e affidabilità.

Il settore petrolchimico, fondamentale per la produzione di prodotti derivati dagli idrocarburi come gomme e plastiche, richiede tecnologie altamente affidabili per la gestione di fluidi spesso pericolosi. Fluiten si distingue nel settore con le sue tenute meccaniche che rispondono agli elevati standard API 682, essenziali per garantire l’affidabilità e la sicurezza delle operazioni. Leader nella progettazione e produzione di tenute utilizzati sui polimerizzatori ed agitatori per la lavorazione di gomme, additivi, materie plastiche varie.

Le caratteristiche distintive del settore Petrolchimico

La manipolazione di idrocarburi e la trasformazione in prodotti finiti presentano sfide specifiche:

  • Gestione di fluidi tossici e infiammabili: Le soluzioni di tenuta devono essere eccezionalmente robuste e affidabili per prevenire il rischio di emissioni in atmosfera. La progettazione degli elementi di tenuta deve essere tale da tollerare stress meccanici, dilatazioni termiche elevate pressioni operative ed anche viscosità elevate e variabili. 
  • Regolamentazione e conformità: Adesione rigorosa agli standard API 682 per assicurare la conformità con le normative internazionali e aumentare la sicurezza delle operazioni.

Le tenute meccaniche di Fluiten sono progettate per sopportare le condizioni estreme comuni nel settore petrolchimico:

  • Elevata Resistenza: Capacità di gestire pressioni fino a 40 bar e temperature superiori ai 350 °C con le soluzioni standardizzate e con quelle ingegnerizzate raggiungere 150 bar.
  • Versatilità: Sono adatte per l’uso in una varietà di macchinari, inclusi pompe centrifughe e compressori, e garantiscono performance ottimali anche a velocità di rotazione elevate (fino a 20 metri al secondo).

Le Soluzioni Fluiten

  • Design idraulicamente bilanciato: Riduce il carico sulla faccia della tenuta, minimizzando il calore generato e permettendo di gestire pressioni più elevate.
  • Materiali speciali selezionati per l’uso in temperature e pressioni elevate, inclusa la possibilità di utilizzare carbonio impregnato di antimonio per una migliore conducibilità termica e resistenza.